• Home
  • Il Mare d’Ischia

Il Mare d’Ischia

 

I fondali sottomarini dell’isola d’Ischia, un vero paradiso sommerso in una bellezza sorprendente, scoperti dal mondo del turismo subacqueo solo pochi anni fa, e pertanto rimangono ancora da esplorare. Sono differenziati da due pendii opposti: il primo che si affaccia sulla terraferma è geologicamente collegato ad un immenso scaffale sommerso di origine vulcanica a profondità media nel mare, mentre l’altro che sale verso il mare è costellato di banchi di sabbia rocciosi che rapidamente pendono verso il basso fino alle profondità abissali. Queste caratteristiche peculiari permettono che le attività subacquee avvengano in varie aree di livello. Qui i principianti possono avere le loro prime esperienze, mentre lunghi tratti più stretti e lunghi della costa offrono punti di destinazione per vari tipi di pesca a profondità e presenta zone interessanti per i subacquei esperti.

A est i banchi di sabbia detti: delle Formiche, la Catena, la Pertosa, il Rombo, l’Oasi e altri ancora, rappresentano un’imponente scenario sommersa, disseminata di siti rocciosi costituiti da varie viste di prati oceanici di piante Posidonia, grotte e archi naturali . Di bellezza veramente incomparabile, immerse in acque estremamente chiare, sono le aree lussureggianti di San Pancrazio e Sant’Angelo, ricche di straordinaria biodiversità, e l’incantevole Grotta del Mago in cui vengono emesse piccole bolle gassose dal pavimento dell’oceano e formano colonne di cristallo virtuali.

Le pendici occidentali e settentrionali rappresentano un profilo completo della biologia marina che origina e trova sostegno in un ambiente ideale, vale a dire in un ambiente frastagliato ricco di insenature, come lo Scoglio della Nave, la Scannella e San Montano.

Dal punto di vista scientifico l’isola si avvale di un prestigioso istituto di studi e di ricerca: il “Laboratorio del Benthos”, un luogo separato dalla storica Stazione Zoologica Anthon Dhorn di Napoli, esegue un costante monitoraggio della vasta area marina circostante, l’isola stessa e le vicine isole di Procida e Vivara presto saranno sotto le guardie di protezione di un parco marino fondatore. Al fine di proteggere aree di particolare interesse biologico in questo piccolo incantevole arcipelago, è stato istituito un ordine dipartimentale per riconoscere “l’area marina protetta, Regno di Nettuno”.

 

 Baie e Spiagge di Ischia

Baie e Spiagge d'Ischia

Baie e Spiagge d’Ischia

L’isola di Ischia, grazie alla sua varietà naturale composta da vari profumi, paesaggi, atmosfere, colori e gusti, offre al turista una moltitudine di esperienze che vanno dai tour delle terme al divertimento puro. Si può scegliere tra escursioni attraverso i boschi, riscoprire strade e villaggi antichi o indulgere nell’esperienza “classica” di Ischia: i caldi abbracci del sole sulle spiagge dorate e il mare profondo di colori indicibili che variano da una Blu che somiglia ai gioielli più belli che potrebbero mai esistere nel mondo. D’altra parte, Ischia, essendo un’isola, non poteva essere altro che circondata dal mare e caratterizzata nelle sue 18 miglia da spiagge, baie e insenature che fungono da sfondo di un paesaggio incontaminato, splendido nella loro natura ancestrale. Alcune di queste spiagge sono raggiungibili a piedi; Altri, come la spiaggia di San Pancrazio e la spiaggia nota come “Scarrupata”, aggiungono il sapore dell’avventura e delle piccole o grandi esplorazioni, in quanto sono accessibili solo dal mare; In questo modo si può noleggiare una barca (o se se ne possiede una) per “ritagliare” a proprio piacimento, un piacevole piccolo angolo del mondo per un giorno.